Pachimetria Corneale

Prezzi e disponibilità in tempo reale

Pachimetria Corneale cos’è?

La pachimetria corneale è un esame che consente di misurare lo spessore della cornea ossia del tessuto trasparente anteriore dell'occhio; la conoscenza di tali valori, consente di definire il livello d'affidabilità della misurazione della pressione oculare; inoltre permette di valutare alcune patologie della cornea, come il cheratocono (mappa pachimetrica), l'edema corneale ed è utile nella diagnostica del glaucoma.

Pachimetria corneale come si esegue?

La misurazione può essere realizzata con pachimetro ultrasonico o con pachimetro ottico; nel primo caso è necessario inserire una goccia di collirio anestetico nell’occhio del paziente, il quale dovrà fissare una sorgente luminosa in modo continuo per qualche secondo, mentre il medico appoggia sulla superficie corneale una sonda per rilevare lo spessore della cornea.

La pachimetria ottica sfrutta la doppia riflessione che la luce emessa da una sorgente luminosa

subisce sulle due superfici della cornea: la riflessione superficiale sull’epitelio corneale e quella interna sull’endotelio sottostante. Dalla collimazione delle due immagini riflesse viene calcolato lo spessore corneale.

La pachimetria corneale può essere eseguita da pazienti di tutte le età ed è particolarmente importante in tutti i soggetti noti o a rischio per glaucoma, in quelli affetti da patologie corneali e in quelli che devono sottoporsi ad un intervento di chirurgia corneale.

Dopo aver eseguito l'esame si può guidare tranquillamente. Tecnica simile a questa è la topografia.

Preparazione

RICHIESTA MEDICA NON OBBLIGATORIA

Contenuti approvati dal Comitato Editoriale.
Data ultimo aggiornamento: 2021-05-18

Le informazioni presentate hanno natura generale, sono pubblicate con scopo divulgativo per un pubblico generico e non sostituiscono il rapporto tra paziente e medico.

Leggi di più

Disponibilità e prezzi in tempo reale