Visita ginecologica Dott.ssa Riviello

Prezzi e disponibilità in tempo reale

La ginecologia si occupa della salute della donna in tutte le sue fasce d’età: dalla pubertà, nel periodo fertile, alla menopausa e nel periodo post-menopausa. Rappresenta il ramo della medicina che si occupa dell’apparato sessuale e riproduttivo femminile, sia per la parte fisiologica che per quella patologica.

La visita ginecologica può essere effettuata come prevenzione periodica delle patologie dell'apparato genitale femminile, per i dolori pelvici, per la prescrizione della terapia anticoncezionale o per perdite ematiche in post-menopausa, irregolarità mestruali, monitoraggio cisti ovariche, controllo delle ovaie, controllo rima endometriale durante l’assunzione di terapia ormonale e controllo in gravidanza. Può trattarsi di un controllo periodico che diventa anche l'occasione per fare prevenzione secondaria di tumori del collo dell'utero, fibromi o endometriosi pelvica attraverso l'esecuzione di un Pap Test.

Prevede sempre un'anamnesi approfondita, la quale è seguita dalla visita ginecologica vera e propria, che prevede l'esame dei genitali esterni, l'esplorazione vaginale e l'esame del seno. A volte può essere eseguito anche un controllo ecografico (in alcuni casi attraverso un'ecografia transvaginale) che permette di valutare lo stato di salute dell'utero o di verificare un sospetto di gravidanza in fasi molto precoci della gestazione.

Solo se sono previsti esami specifici potrebbe essere necessario presentarsi senza aver svuotato la vescica. In tutti gli altri casi è meglio sottoporsi alla visita a vescica vuota. il Pap test è un esame citologico che indaga le alterazioni delle cellule della cervice dell'utero, un esame semplice e indolore al quale dovrebbero sottoporsi tutte le donne in età tra i 25 e i 64 anni, anche in assenza di sintomi.

Viene eseguito durante la visita ginecologica o anche in un altro momento in un ambulatorio medico, prelevando con una spatola e con uno spazzolino il materiale presente sul collo dell'utero che viene "strisciato" su un vetrino e inviato al laboratorio, dove si potrà stabilire se siano necessari altri esami.

I tumori del collo dell'utero compaiono in età relativamente giovane e sono preceduti da alterazioni curabili con piccoli interventi anche ambulatoriali; la cura di queste lesioni impedisce l'eventuale sviluppo del tumore.

Lo striscio oncologico, cioè il pap-test, serve a scoprire queste eventuali lesioni che possono trasformarsi in tumore e va effettuato una volta ogni tre anni, è semplice e veloce e dura pochi minuti.

Il pap test non può essere effettuato durante il ciclo mestruale e devono trascorre almeno 5 giorni dalla fine dello stesso. Il periodo più appropriato per sottoporvisi è quello che corrisponde alla metà del ciclo, perché il collo dell'utero risulta essere più aperto e quindi il medico ha meno difficoltà nel prelevare le cellule.

Per le 48 ore precedenti al pap test vanno evitati i rapporti sessuali e per le 24 ore precedenti l’esame non vanno utilizzate lavande interne o specifiche creme vaginali.

Preparazione

Contenuti approvati dal Comitato Editoriale.
Data ultimo aggiornamento: 2021-05-18

Le informazioni presentate hanno natura generale, sono pubblicate con scopo divulgativo per un pubblico generico e non sostituiscono il rapporto tra paziente e medico.

Leggi di più

Per la prestazione selezionata NON ci sono disponibilità al momento. Se vuoi essere il primo a sapere quando sarà possibile prenotare, riempi il form con la tua mail e sarai contattato.