Ecografia Transrettale (Prostatica, Sovrapubica)

Prezzi e disponibilità in tempo reale

Ecografia transrettale come si fa?

L’Ecografia prostatica transrettale consente di verificare le dimensioni e la morfologia della prostata, la ghiandola che arricchisce il liquido seminale di componenti essenziali; valutare lo stato di salute della prostata quando si presentano disturbi o sintomi sospetti (come diminuzione del getto urinario, difficoltà a urinare o minzione frequente, infertilità, prostatite); verificare dubbi derivanti dall’esplorazione rettale eseguita nel corso di una visita urologica; effettuare una diagnosi precoce di tumore alla prostata (affiancando all’ecografia anche una biopsia attraverso cui prelevare campioni da analizzare successivamente al microscopio); verificare la risposta a una terapia medica intrapresa per risolvere disturbi minzionali.

L'Ecografia transrettale è un'indagine diagnostica che si basa sull'emissione di ultrasuoni, i quali non sono radiazioni e non provocano danno all'organismo. Viene condotta mediante focalizzazione spaziale secondo i vari piani anatomici dell'organo e dei tessuti. Le registrazioni ottenute, proiettate su un monitor, sono dette immagini ecografiche.

Il paziente viene sdraiato sul fianco, con le cosce flesse verso il petto. Lesioni o formazioni anomale sono ricercate attraverso una sonda ecografica lubrificata che viene inserita nell’ampolla rettale. L’esame non è pericoloso né doloroso.

L’esame richiede che l’ampolla rettale sia completamente vuota. Per questo 3-4 ore prima dell’esame può essere praticato un clistere o può essere utilizzata una supposta di glicerina. Non è necessario il digiuno, ma va eseguito a vescica piena, per cui è consigliabile, nell’ora che precede l’ispezione, bere almeno un litro di acqua non gassata e trattenere le urine. L’esame è indicato sia per uomini che per donne.

Costituisce una controindicazione all’esecuzione dell’ecografia prostatica transrettale la presenza di emorroidi sanguinanti o di ragadi anali. Questo esame non è doloroso e non comporta rischi perché non sfrutta radiazioni ionizzanti ma onde a ultrasuoni, innocue per l'organismo. Può essere leggermente fastidioso.

Preparazione

RICHIESTA MEDICA NON OBBLIGATORIA
PER L'ESECUZIONE DELL'ESAME È INDISPENSABILE AVERE LA VESCICA PIENA ED ESSERE DIGIUNI DA 4 ORE

NON URINARE PER ALMENO DUE ORE PRIMA DELL'ESAME. DI SOLITO È SUFFICIENTE BERE CIRCA UN LITRO D'ACQUA (3/4 BICCHIERI) UN'ORA PRIMA DELL'ESAME

UN'ORA PRIMA DELL'ESAME ESEGUIRE UN CLISTERE DI PULIZIA DELL'AMPOLLA RETTALE, TIPO CLISMA-FLEET.

Contenuti approvati dal Comitato Editoriale.
Data ultimo aggiornamento: 2021-05-18

Le informazioni presentate hanno natura generale, sono pubblicate con scopo divulgativo per un pubblico generico e non sostituiscono il rapporto tra paziente e medico.

Leggi di più

Disponibilità e prezzi in tempo reale