Crioterapia - Neve Carbonica

Prezzi e disponibilità in tempo reale

Crioterapia - Neve Carbonica come funziona e a cosa serve?

La crioterapia neve carbonica viene  applicata in dermatologia per il trattamento di lesioni cutanee, mucose, verruche e per schiarire macchie del viso,  attraverso il congelamento dei tessuti del derma. A tal fine, è utilizzata la neve carbonica (come ghiaccio secco o mescolata con acetone), oppure particolari sonde ad azoto liquido associate a strumenti di monitoraggio, con effetti dermocorrettivi o per il trattamento di lesioni verrucose o nodulari.

Il freddo provoca la necrosi cellulare attraverso una sequenza di meccanismi, mentre le alterazioni circolatorie locali completano la necrosi distrettuale. Infatti, quando la temperatura locale scende a -50 °C si realizzano fenomeni di stasi, trombosi venosa e capillare tessutale.

Il dermatologo quindi, grazie all’azione della crioterapia, andrà a bruciare i vostri inestetismi che andranno subito in necrosi formando una crosticina che in breve tempo cadrà.

Controindicazioni e tempi di guarigione:

Per quanto sicura ed efficace, la crioterapia e, in particolare, la crioterapia dermatologica può causare alcuni effetti collaterali, quali: arrossamento in corrispondenza dell'area trattata, gonfiore, comparsa di piccole bolle sierose e/o di bolle siero-ematiche. Si consiglia di non prendere il sole sulla parte esposta per almeno un mese.

Preparazione

RICHIESTA MEDICA NON OBBLIGATORIA

Contenuti approvati dal Comitato Editoriale.
Data ultimo aggiornamento: 2021-05-18

Le informazioni presentate hanno natura generale, sono pubblicate con scopo divulgativo per un pubblico generico e non sostituiscono il rapporto tra paziente e medico.

Leggi di più

Disponibilità e prezzi in tempo reale